COMUNE DI NAPOLI. DE MAGISTRIS HA TEMPO FINO AL 10 DICEMBRE PER IL BILANCIO

Ancora 20 giorni a disposizione per tentare l’ultima mediazione con pezzi esterni alla sua maggioranza ed ottenere un voto favorevole sul bilancio di previsione 2020 (che è diventato un consuntivo): oppure la Prefettura di Napoli, che ieri ha notificato la formale diffida, procederà allo scioglimento del Consiglio Comunale di Napoli. Luigi de Magistris, tra una replica all’altra alle accuse di De Luca, sta provando, nel suo fortino di Palazzo San Giacomo, ad evitare l’onta di un commissariamento che metterebbe in seria difficoltà il suo gruppo in vista delle elezioni comunali della prossima primavera. Spera, ma ancora non ci crede, nel Soccorso Rosso del centro destra che, pur di fare un dispetto a De Luca, lascerebbe in sella De Magistris fino alla scadenza. Il Pd, numericamente esiguo all’interno del Consiglio Comunale di Napoli, attende ordini da Palazzo Santa Lucia ma nel frattempo non ha ancora chiuso la partita per la scelta del candidato sindaco. Ed anche per la questione delle alleanze.