TERREMOTO POLITICO A SALERNO. AI DOMICILIARI IL CONSIGLIERE REGIONALE NINO SAVASTANO

Il Consigliere Regionale di Campania Libera Nino Savastano, già assessore comunale alle politiche sociali, è finito ai domiciliari nell’ambito di una inchiesta sugli appalti concessi dall’amministrazione comunale alle società cooperative. Insieme a Savastano risultano indagati altre 28 persone tra dipendenti pubblici e presidenti e soci delle cooperative che, da tempo, svolgono per conto del Comune alcuni servizi di pubblica utilità.

L’indagine, che ha portato all’emissione di 10 ordinanze di custodia cautelare, ipotizza una serie di reati abbastanza gravi tra cui associazione per delinquere, turbativa del procedimento di scelta del contraente, turbata libertà degli incanti, induzione indebita a dare o promettere utilità, corruzione per l’esercizio della funzione e  corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio.