EDOARDO IMPERIALE (DIH): “ORA INSIEME RIVOLUZIONE CULTURALE E DIGITALE PER RIPARTIRE”

“Abbiamo l’obiettivo di accompagnare le imprese, quelle private e pubbliche, intendiamo costruire opportunità, percorsi. Per la competitività, per la crescita”. Cosi Edoardo Imperiale, direttore generale del Digital Innovation Hub della Campania, alla XV edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione, intuizione nata nel 2006, su proposta del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno.

“In questa fase storica ognuno di noi – ha sottolineato nel suo intervento alla Stazione Marittima di Salerno – ha un ruolo strategico. Ci sono le risorse, sono quelle del PNRR, quelle nazionali ed europee, ora è necessario strutturarsi, avviare azioni concrete. Una rivoluzione digitale e culturale”.

Imperiale ha spiegato la mission del Dih ed ha indicato un percorso. “Siamo organizzati – ha detto – nelle cinque realtà territoriali di Confindustria, attraverso i laboratori dimostratori tecnologici dei soci industriali, 

collaboriamo con i principali player presenti in Campania, abbiamo una concreta sinergia con MedITech Competence center 4.0, fondamentale per l’alta specializzazione, per lo sviluppo e l’adozione di tecnologie avanzate. Garantiamo, insomma, sostegno e formazione. Siamo alle prese con la organizzazione delle filiere industriali, già avviata quella del settore pelli, e dunque moda, pronte quelle del comparto agroalimentare, presto sulle eccellenze dell’industria campana, dall’automotive all’aereospazio, fino al settore ferrotranviario. Per ogni comparto struttureremo soluzioni, individueremo asset innovativi”.

“Non c’è fututo se non si giocano queste partite” ha concluso