MONITOR CITTA’. GRADIMENTO PER I SINDACI: DE LUCA DAL TERZO AL QUINDICESIMO POSTO. TUTTI I COMMENTI

Diciannovesima edizione MonitorCittà: primo posto ex aequo per Perrone (Lecce)Pedrotti (Pordenone) terzo Tosi (Verona), sono i tre sindaci di città capoluogo di provincia più apprezzati in Italia, secondo lo studio MonitorCittà , relativo al primo semestre 2013, realizzato da Datamedia Ricerche.

Mentre Paolo Perrone nonostante faccia registrare un -1,4%, attestandosi al 62,8%, conferma la sua posizione rispetto alla rilevazione precedente, Claudio Pedrotti recupera, pur rimanendo quasi stabile, ben cinque posizioni. Flavio Tosi, che fa segnare un +0,3% e dunque un gradimento generale del 62,2% risale anche lui di ben 5 posizioni.

 

La quarta posizione è per il sindaco di Como Mario Lucini, che nella diciannovesima edizione di Monitorcittà però perde 2 punti percentuali e due posizioni in classifica (nella 18sima edizione era secondo) e ha il 61,8%.

In quinta piazza Tiziano Tagliani, primo cittadino di Ferrara che registra il 61,7% e con un +1% recupera 9 posizioni rispetto all’ultima rilevazione.

Una significativa discesa nel gradimento da parte dei suoi cittadini invece la fa segnare Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, che in soli sei mesi perde il 4,4% e con un gradimento complessivo del 59,1%, passa in quindicesima posizione mentre nella scorsa edizione di Monitorcittà era terzo.

Da segnalare anche il -2,7% di Leoluca Orlando, primo cittadino di Palermo, che con un 60,3% è dodicesimo per la 19sima edizione Monitorcittàmentre sei mesi fa era quarto.

Monitorcittà è il sondaggio semestrale che enumera i sindaci dei capoluoghi di Provincia al di sopra del 55% di gradimento sull’operato, calcolato sulla base di un giudizio espresso dai cittadini. Sul totale di sindaci monitorati sono 36 quelli che entrano nella “top 55%”.

Le curiositàNessuna donna è presente in classifica. Tra i primi dieci sindaci nella “top 55%” otto sono del centrosinistra che, nel complesso, ne acquisisce 26 su 36. La “top 55%” è composta da21 Sindaci del nord (erano 29 nell’ultimo rilevamento), 9 del centro (in recupero di due), e 6 del sud (in calo di sette). Il Sindaco con la crescita più cospicua +1,2% è Virginio Brivio (Lecco).

Nella classifica non sono inclusi i sindaci delle città metropolitane, i cui dati, relativi al settembre 2013 sono stati resi noti la scorsa settimana.

Nella classifica non sono presenti, poiché non rilevati, i sindaci eletti nella scorsa tornata di elezioni amministrative.

 

fonte datamonitor.it 

 

ROBERTO CELANO – CONSIGLIERE COMUNALE FRATELLI D’ITALIA 

 

Nella semestrale classifica stilata da monitorcittà sul gradimento dei cittadini nell’operato dei propri Sindaci, il Primo Cittadino incompatibile di Salerno perde ben dodici posizioni e 4 punti in percentuale. Quando la verità affiora ed inizia a “ledere” l’effetto di venti anni di mistificazioni e propaganda, anche i più perseveranti ed accaniti seguaci della capillare rete di “potere” costruita dai progressisti in città iniziano a ricredersi ed a riflettere sulle nefaste conseguenze di un paio di decenni di sprechi, spese folli, deindustrializzazione dell’Area ASI, opere incompiute, cementificazione selvaggia con conseguente consumo del territorio, aggressione ai caratteri identitari di Salerno…La parabola discendente del VICEMINISTRO fantasma è ormai inesorabilmente avviata e sarà sempre più rapida con l’emergere di tante verità nascoste per anni alla città!!!

Lascia un commento